Vorresti sapere cosa fare, vedere o mangiare a PORTOFINO?
Guarda il nostro video!

Arrivati alla fine della famosa passeggiata dell’amore che parte da Santa Margherita, si arriverà a Portofino. È un pittoresco villaggio di pescatori situato sulla costa ligure, noto per la sua bellezza naturale e il suo porto turistico esclusivo.

LA BAIA

Il borgo si estende lungo una baia protetta e circondata da colline verdi, con case colorate, negozi di lusso e ristoranti di pesce fresco che si affacciano sul mare. Questa baia è una delle più famose al mondo e tutti i giorni si possono ammirare yacht di personaggi famosi che trascorrono lunghi periodi di villeggiatura proprio qui.

Il nome deriva da Portus Delphini per la presenza di numerosi delfini lungo la costa. Appena usciti dal porto, infatti, il mare è cristallino e si può iniziare la visita proprio da questo punto: un modo comodo di raggiungere Portofino è infatti via mare per poi scendere a visitare l’antico borgo. Raggiungere questa famosa baia via mare vi permetterà di ammirarla in tutta la sua bellezza, ci sono dei traghetti che partono da tutta la Liguria e per i più avventurosi c’è anche la possibilità di affittare delle piccole barche o gommoni per recarsici in piena autonomia. Portofino è comunque facilmente raggiungibile sia in treno che in auto, fate però attenzione ai parcheggi, sono molto limitati e parecchio costosi. 

Il centro storico vanta numerosi reperti antichi che meritano di essere visitati ma la cosa più conosciuta e riconosciuta di Portofino è sicuramente la piazzetta centrale sulla quale si possono trovare numerosi negozi e ristoranti dove fermarsi e godersi la vista di tutte le casette multicolore che affacciano sul porto e che sono tipiche della riviera. In fondo, nella parte destra del porto si trova il parco naturale di Portofino: si estende per 18 chilometri quadrati e consigliamo assolutamente la visita attraverso tutti i sentieri al suo interno in cui vivono numerosi animali tra cui cinghiali, volpi, faine, capre e scoiattoli.

CURIOSITÀ

Risalendo verso Portofino alta vi imbatterete in due siti irrinunciabili: la chiesa di San Giorgio e il castello Brown. La chiesa è un piccolo tempio costruito a picco sulla baia, distrutto quattro volte durante la guerra e ricostruito sempre subito dopo; 10 minuti di camminata continuando dopo la chiesa ti porteranno al castello circondato da un enorme roseto. Le camere interne sono visitabili e si può arrivare fino ad un terrazzo panoramico su tutta la baia.

Una curiosità su Portofino: si dice che venne salvata durante la Seconda Guerra Mondiale dalla Baronessa Von Mumm. Cosa successe? Portofino sarebbe dovuta essere rasa al suolo poiché i tedeschi la occuparono e decisero di fortificarla. Quando gli alleati lo seppero, per contrastare i nemici, la bombardarono e Castello Brown venne danneggiato. La Baronessa venne a conoscenza della decisione dei tedeschi di radere al suolo la città prima di rimpatriare e decise di parlare e pregare il tenente incaricato di non farlo. Si racconta che spaventò talmente tanto il tenente che lo fece scappare insieme ai suoi uomini e che dopo tempo lui le scrisse per ringraziarla di non avergli permesso di distruggere la città. 

Inoltre, Portofino è famosa per la sua cucina, con piatti a base di pesce fresco, pasta fresca e prelibatezze locali come il pesto alla genovese. La gastronomia di Portofino è un’esperienza culinaria che soddisferà i palati più esigenti e in Liguria si usa fare un condimento dedicato a questa città: la pasta alla Portofino viene condita con una salsa particolare formata sia dal sugo che dal pesto, provatela perchè è davvero la fine del mondo. In sintesi, Portofino è un luogo unico e incantevole, perfetto per una vacanza di relax e divertimento, immersi nella bellezza naturale e nella cultura della Riviera Ligure. Se ci fate attenzione potrete vederla in numerose riprese cinematografiche!  

HAI GIÀ GUARDATO TUTTO? TRANQUILLO TI SUGGERIAMO ANCHE ALTRI POSTI!

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Scroll to Top